PROIETTILI "GUNNY"
FATTI I CASA

facciamoci da soli i proiettili per il tiro casalingo e difesa non letale ...


I proiettili "gunny" o "di gomma" ma anche "antisommossa", sono proiettili non letali prodotti per il tiro di esercitazione o la difesa non letale. Sono essenzialmente proiettili dalla stessa forma e calibro di quelli in lega pesante ma composti da gomma o soluzione di gomme morbide o dure a secondo del tipo di impiego.

Sono passati presto all'impiego (divertente) per il tiro casalingo o l'addestramento ai primi rudimenti nell'uso delle armi. Vengono venduti in confezioni contenenti dai 10 ai 100 proiettili e possono essere riutilizzati moltissime volte a patto di recuperarli dopo lo sparo.

Internet è però una fonte di ispirazione e dall'idea di qualche sconosciuto appassionato ecco una soluzione per prodursi una "manciata" di questi proiettili a costo ridottissimo a patto di avere a desposizione il materiale giusto.
L'idea nasce sfruttando un blocchetto fondipalle di quelli usati per la fusione in casa di proiettili in lega di piombo/antimonio colandovi all'interno anzichè la lega originale, semplicemente della colla a caldo direttamente dalla pistola a caldo. Un sistema semplice, veloce, comodo, pulito e a costo bassissimo.

Se avete un blocchetto fondipalle per la munizione della vostra arma o un amico ve lo presta per qualche giorno, se avete una pistola a caldo e una manciata di cariche di relativa colla non serve altro se non qualche minuto di pazienza.

Accendete la pistola a caldo e lasciate che si riscaldi bene, pulite il brocchetto fondipalle da sporcizia e fuliggine, chiudetelo e tenendolo in mano, non appena la colla è calda a sufficianza, iniettatela all'interno del blocchetto riempiendolo oltre il bordo, solidificando la colla tende a ritirarsi, quindi lasciate che fuoriesca dal bordo superiore, in pochi secondi tutto rientrerà all'interno del blocchetto e se avete lasciato abbastanza colla questa si fermerà a livello.

Lasciate raffreddare, aspettate un po' di tempo, la colla si raffredda esternamente a contatto con il metallo ma all'interno rimane liquida per più tempo. Quando siete sicuri che il proiettile è totalmente solido distaccate le due parti del blocchetto e staccate il proiettile cosi formato.

Ripetete l'operazione fino ad avere un buon numero di proiettili da usare per il vostro divertimento casalingo, ricordate che sono riutilizzabili moltissime volte, quindi non serve farne migliaia.

Questo sistema può essere usato per formare anche proiettili in cera ma questi non sono riutilizzabili e sono molto più duri quindi anche pericolosi.

I nostri proiettili prodotti con "colla a caldo" sono morbidissimi quindi capaci di assorbire qualsiasi impatto: (fate sempre attenzione agli occhi, non sparate a oggetti che non siano inanimati uno di questi proiettili in un occhio provoca cecità).

RICARICA: come ricaricare questi proiettili è cosa semplicissima, procuratevi dei bossoli calibrati, innescateli, inserite il proiettile e il gioco è fatto. Abbiamo provato e notato che nei revolver il proietto non fuoriesce dalle canne più lunghe a causa delle perdite tra tamburo e canna stessa, ma basta l'aggiunta di 1 o due grani di polvere per risolvere il problema. Il rumore rimane contenuto, l'energia esigua certamente al di sotto di un arma ad aria copressa di tipo libero e anche di un arma per il paint ball. Munitevi comunque di un astina in ottone o alluminio e un martello per fare uscire eventuali proiettili che rimangono in canna, ci vorranno diverse prove per trovare la giusta dose per la vostra arma.

Attrezzatura: pistola per colla a caldo; blocchetto fondipalle
Iniettare la colla nel blocchetto
Le cartucce "gunny" nell'arma: vista frontale
Un proiettile "gunny" recuperato dopo che si era bloccato in canna.

 

Il video di chi ha già realizzato questi proiettili con successo, provandoli addirittura alla distanza di 15mt.
Rammentiamo che il possesso di queste munizioni cariche fa cumulo con le altre già detenute con palla in metallo.

 



Copyright 2001  TIROPRATICO. Tutti i diritti riservati.
A.S.T.P.  sponsor  ufficiale www.tiropratico.com
dal 1988 - All right reserved