GUERRE SBAGLIATE

Con un comunicato del 3 luglio 2014 l'Assoarmieri pubblica queste poche righe:

 MODIFICA AL DECRETO LEGGE 91 ART. 16 Desideriamo informarvi che l’Assoarmieri nella persona del Suo Presidente Avv.Bana, unitamente all’Anpam e Conarmi, ha preso immediata posizione contro il Decreto legge riguardante  la limitazione  dei colpi dei fucili semiautomatici con argomenti molto efficaci, sottolineando i molteplici aspetti tendenti a richiederne una decisa e ferma modifica. Ci  auguriamo pertanto  che  la norma venga riesaminata.

Improvvisamente le associazioni dei produttori, importatori e venditori di armi si fa sentire per un problema non problema, un anorma che era già in vigore ma che veniva interpretata in maniera diversa da come era scritta. Le Associazioni difendono i cacciatori, è questo quanto emerge dagli avvenimenti, si sollevano contro l'art.16 della Legge 91/14 mentre dimenticano che dal novembre 2015 la Legge 121/13 impedirà di produrre, importare, vendere caricatori con capacità superiore a 5 o 15 colpi.

Perchè l'Assoarmieri prende a cuore un problema come questo, per altro la Legge 91/14 mette sullo stesso piano cacciatori con armi a canna liscia e rigata finalmente costringendoli tutti ad avere lo stesso numero di cartucce nell'arma e non si preoccupa degli appassionati in genere, chi lavora o chi colleziona, costretti a limitare le proprie armi per un capriccio senza senso, la dove in Europa le limitazioni alle armi non scendono al di sotto dei 20 colpi.